18740457_1062649093834793_7834908946054392983_n

1° Luka Pibernik – È stata dura ma ce l’ha fatta! EL PIBERNIK DE ORO VINCE IL GIRO IGNORANTE! Stacca tutti dalla prima settimana vincendo a Messina, allunga con il ritardo nella crono e con le “fantasiose” risposte a chi si complimentava con lui (🖒). Ha un futuro da Bomber ma per ora resta EL PIBE!

2° BELLI CAPELLI DUMOULIN – Ha fatto di tutto per arrivare primo a Milano ed essere premiato dallaPalmas. Quando è salito sul podio e ha trovato Cairo pare gli sia scappato un “Nairo, famo cambio?!”. Gli sfugge per un soffio la doppietta Giro-Giro Ignorante, ma resterà nella storia come la Maglia rosa che la fece in mondovisione. Tutti hanno provato a sfilargliela: attacchi di Nibali, attacchi di Nairo, attacchi intestinali e dei suoi compagni di squadra. Ma lui è riuscito a trattenerla…… almeno quella. 😕“IL CIELO È MARRONE SOPRA MILANO!” [Semicit.]

3° Valerio Agnoli – Regista migliore non ci poteva capitare. Bastava aprire uno dei suoi video per perdere venti punti di QI. Ma il giro così non ce l’aveva mai raccontato nessuno. SPIELBERG

4° Fonzi Giuseppe – Dalla fuga con Ponzi si capisce che fa sul serio. Conquista con onore una maglia nera difesa a suon di ignoranza e birre sul Blockahus. L’outfit sulla rampa della crono è solo la ciliegina sulla torta! #SBRONZIDIFONZI(E)

5° Giovanni Visconti – Non c’è grande regista senza un grande attore, Agnoli fa l’assist e Visco la insacca! DI CAPRIO

6° Victor Campenaerts – Quando affronti una crono da campione nazionale dovresti fare il serio, presentarti col musone e andare a tutta. Almeno che non decidi di entrare nella leggenda, allora sì che puoi mostrare il palazzo sul petto e la dichiarazione di fidanzamento più delinquenziale degli ultimi vent’anni. Pare che la multa da 100 franchi l’abbia pagata con monete da 2 centesimi e goleador sfuse. ULTIMO ROMANTICO

7° J.L. Arrieta (DS Movistar Team) – Quando pagano gli sponsor puoi prenderti libertà che altrimenti non ti prenderesti. Tipo buttare un ammiraglia e qualche bici giù da un montagna. No, aspe’… SFRENATO

8° Kristijan Koren e Davide Formolo – Per loro il “momento Pibernik” è diventato un’ossessione. Il primo l’ha emulato a Bormio, il secondo addirittura sui rulli, con tanto di speaker. DISAGIO

9° Filippo Pozzato – Dopo la birra sul Blockhaus c’ha preso gusto ed ha provato a ripetersi quando Scinto gli ha urlato “Pippo! Oggi Grappa!”. Delusione amara quando ha scoperto che il Grappa era una salita di 20km. UNA VITA IN FI_IGA

10° Lukas Pöstlberger – La prima maglia rosa di questo Giro 100 conquistata con watt e ignoranza gli garantisce un posto nella storia di questa corsa. Ma dopo tre maledettissime settimane non abbiamo ancora imparato a scrivere il suo cognome. POSTALMARKET

Advertisements